Teatro in Cava: i magnasoete – 2 Ottobre 2016

Presso la Cava Cice di Zovencedo

DOMENICA 2 OTTOBRE

Ore 17:00 INGRESSO LIBERO

 

I MAGNASOETE

TITOLO:  “I MAGNASOETE” di Virgilio Scapin

AUTORE: Piergiorgio Piccoli e Aristide Genovese

GENERE: Spettacolo brillante sulla tradizione rurale veneta

CAST: Piergiorgio Piccoli, Aristide Genovese
Alle tastiere: Giovanni Panozzo

REGIA: Piergiorgio Piccoli e Aristide Genovese

MUSICHE: Giovanni Panozzo

Tutto l’umorismo, tutto il gioioso divertimento che caratterizza l’opera seconda del celebre scrittore vicentino è sintetizzata in questo spettacolo attraverso la rappresentazione dei momenti più significativi ed intensi dei “mangiatori di civette”. L’efficace e coinvolgente musica dal vivo di Giovanni Panozzo evoca, inoltre, il contesto di questi racconti di Scapin, che è quello riconoscibilissimo di un’area appartata del vicentino, con la dolce scalata dei verdi di alberi e campi che si dispongono sulla collina, in un’aria sgombra e chiara che raccoglie correnti in arrivo dall’altopiano. E’ lo sfondo appena accennato ma non per questo meno visibile in cui lo scrittore colloca, quasi per successive monografie o variazioni sul tema, la vicenda di Firmino, contadino piccolo proprietario. La figura di Firmino è tratteggiata da Scapin con profonda cordialità, simpatia e con comicità gioiosa.
In questo ambiente arioso e terragno, che costituisce l’orizzonte unico della sua vita, Firmino affonda radici tenacissime e affronta la dura serie delle opere e dei giorni. Ma è già l’esemplare di una razza in estinzione e grandeggia nello sfondo dei suoi miti con frequenti evasioni dalla quotidianità verso zone di ruzzantesco “super-umano”. Sospeso tra passato e presente, miracolosamente indenne alle trasformazioni socio-culturali degli ultimi anni (anche se guida l’auto e il trattore e a casa sua c’è il televisore), egli si trascina dietro una visione ancestrale del mondo fruita ormai unicamente come ritualità, con qualche minima crepa di
consapevolezza e ironia.
La pronuncia dialettale in Scapin è qualcosa di indispensabile e intimamente legata ai contenuti del testo.

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *