Pages Menu
Facebook
Categories Menu

Posted on 2 Lug, 2016 in Archivio, Concerti, Teatro | 0 comments

2 Luglio 2016 – ALTABURG – Teatro in cava con Pierangelo Tamiozzo

T E A T R O   I N   C A V A

ALTABURG

SABATO 2 LUGLIO 2016 – ORE 20.30
Cava “PRIARA DE CICE” a Zovencedo

MUSICODRAMMA IMMAGINIFICO DEDICATO AGLI AMORI IMPOSSIBILI


L’IMMAGINARIO ANCESTRALE ED I PERSONAGGI MAGICI DELL’ALTOPIANO DEI SETTE COMUNI prendono nuova vita nello spettacolo ideato da Pierangelo Tamiozzo in collaborazione con Thierry Parmentier e Nicola Tamiozzo.
Tratto dal libro di Paola Martello “Altaburg. Si può amare una fata?”.

IL CONTESTO STORICO-NATURALE.
Altaburg o Altaborg è un toponimo dell’antica lingua Cimbra che significa Vecchi Borgo o Vecchio Castello. È questo il nome di un sito magico dell’Altopiano dei Sette Comuni, nel territorio di Rotzo, al quale sono legate antiche storie di riti pagani, boschi sacri e leggende di fate.

LA STORIA
Il poeta Zavra si innamora in sogno di Idra, regina dell’Altaburg, e deciso a raggiungerla, parte per l’ignoto mondo dell’amata. Durante il suo viaggio il poeta incontrerà personaggi misteriosi e magici, Sanguinelli dispettosi, Beate Donnette, Orchi, Nani e Querce Sacre fino a raggiungere l’anelata Idra. L’amore sognato di Zavra troverà la sua realizzazione? Esiste un punto di incontro tra il regno del reale e quello dell’immaginazione? La vicenda ci porterà ad esplorare alcuni degli aspetti più antichi e complessi dell’animo umano… Il desiderio e l’idealizzazione, la passione e l’amore, l’egoismo ed il coraggio troveranno voce e colori in questo viaggio alle radici della cultura del Popolo Cimbro.


Nove musicisti prenderanno posto sul palco di ALTABURG: Emanuele Giordani (batteria), Filippo Rinaldi (basso), Edoardo Piccolo (tastiere), Nicola Tamiozzo (chitarre), Lorenzo Fongaro (theremin), Silvia Girotto (voce), Giulia Dalla Vecchia (voce), Giulia Seganfreddo (voce).
Sarà così possibile seguire Zavra il poeta, lungo il suo viaggio alla ricerca di Idra e scoprire cosa c’è oltre il nostro mondo…se esiste una dimensione contrapposta a quella reale e se è possibile un’unione.
Il racconto sarà reso realtà dalla collaborazione con il coreografo-ballerino-mimo Thierry Parmentier, il quale grazie a giochi di ombre e suggestivi travestimenti coinvolgerà lo spettatore nel mondo dell’ALTABURG.
Il coinvolgimento visivo sarà curato da Nicola Fontana (visual artist – live performance).
Durante la messa in scena i musicisti stessi prenderanno le sembianze di creature misteriose e mitologiche in un susseguirsi di colori ed immagini, recitazione e suggestioni sonore, antiche querce sacre, nani ed orchi.
Altaburg è un concerto, una danza, è teatro. ALTABURG è un musico-dramma alla scoperta di quella sottile linea che corre tra realtà ed immaginazione.

Sito facebook

 

 

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *